-
-
439 m
2 m
0
14
27
54,98 km

127 maal bekeken, 2 maal gedownload

nabij Sabaudia, Lazio (Italia)

Madonna raga' che voglia de Circeo che c'ho!! In 11 anni non sono mai salito' per asfalto verso il belvedere, non ho mai ammirato il paronama Medirerraneo dal cucuzzolo e non sono neanche ridisceso sulla strettatona sassosa lato mare, non ho mai visto le splendide grotte marine: Fosselone, Impriso, delle Capre!! oh my God!
Beh perdindirindina e' ora di fare questa caz.zo di giro, cosi me lo tolgo dalle balle!

l'95% di questa passeggiata e' su asfalto, ma il 5% di sterrato vale tutto l'aslfato possibile!

Si parte dalla citta' in odore di Fascio di Sabaudia, si passa zona Torre Paola e San Felice Circeo e beato te che sei felice, la salita asfalto e' tranquilla tranquilla (ovviamente per me), il mare dal belvedere e' spettacolare, ci sono anche dei siti romanietruschinewaveitalianafreejazzpunkinglese, soprattutto nelle giornate di bel tempo si scorge chiaramente la torre di Pisa, il Vesuvio e naturamente er Cuppolone!!

Adesso comincia la parte eccitante (spero che sia piu' eccitante dell'ultima puntata di Game of Stronz) un discesone sterrato lato mare e lato orrido, se caschi te ritrovano nella Fossa delle Marianne, ma lo sterratone e':
largo na cifra.
tecnico na cifra
paronamico na cifra
ma se ti fermi a fa' le foto potresti cascare ed e' alto na cifra.

Finita la discesa prendiamo una stradina INA INA, via grotta delle capre, trovata l'insegna, LEGHIAMO LE BICI, e ci trastulliamo in una passegiatina A PIEDI per ammirare queste bellissime, meravigliose, pantagrueliche, abbastanza soddisfacenti siti naturali.
Alle grotte abbiamo fatto solamente 22km quindi gambe in spalla! Si sale per ritornare a san Felice Circeo e beato te che sei felice, di percorrono strade asfaltate con traffico modesto e strade senza traffico, si passa all'interno del bosco demaniale selva del Circeo, poi a Sabaudia.

Commentaar